Scienze, Inglese e Tedesco: allo Julia il Quadriennale punterà tutto sulle Bio-Lingue e sulle STEM

La Bio-Lingua è l’originale idea di coniugare la Biologia e la Chimica con l’Inglese e il Tedesco. E’ questa una delle novità del Liceo Scientifico Quadriennale, il nuovo indirizzo di studi del Liceo Julia, recentemente inserito nella sperimentazione nazionale avviata dal Ministero dell’Istruzione a partire dal prossimo anno scolastico 2022/2023. La sperimentazione si inserisce nel piano delle nuove classi quadriennali lanciato dal Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, in coerenza con gli obiettivi del “Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza” e in continuità con il piano “RiGenerazione Scuola”.

Allo Julia, quindi, saranno in primo piano le Scienze, la Chimica, la Biologia, i corretti stili di vita, le Scienze Motorie, coniugate alle Lingue straniere, soprattutto all’Inglese, ma anche al Tedesco, per fornire competenze linguistiche spendibili nel mondo del lavoro, anche all’estero. Sono questi i presupposti del processo di transizione ecologica che sarà applicato allo Julia dal prossimo anno scolastico, unitamente all’innovazione digitale e metodologica. Le STEM in primo piano (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) per guidare la didattica verso l’ecosostenibilità, verso comportamenti consapevoli e responsabili, verso l’energia pulita, le fonti green, il rispetto per l’ambiente e lo sviluppo sostenibile.

Il Liceo Quadriennale non è solo un liceo con un anno di meno, è un nuovo modo di fare scuola, afferma il Ministro Bianchi: “è un percorso sperimentale che si sta consolidando. Si tratta di una trasformazione ormai. Un modo di organizzare la didattica completamente diverso da prima. E’ un modo diverso di affrontare il tema dell’apprendimento. Lo fa ampliando gli spazi della didattica”. [cit. Ministro Patrizio Bianchi]